Il Cerreto

Miele biologico biodinamico

È Paola la persona che si occupa personalmente delle api de Il Cerreto. Paola ha scelto di dedicarsi alla produzione di miele biologico biodinamico perché affascinata dall’organizzazione sociale delle api, con la loro incredibile operosità. Conoscere come agiscono, comprenderne le gerarchie e le regole interne, ma soprattutto osservare il loro modo di reagire nei momenti di difficoltà, la incantano da sempre.

Dal desiderio di Paola di condividere con gli altri questo meraviglioso nettare degli dei nasce quindi il nostro miele millefiori biologico biodinamico, che consideriamo un concentrato unico delle forze dei quattro elementi.

Abbiamo iniziato a tenere delle arnie più di 20 anni fa, appena approdati a Il Cerreto, e da lì non abbiamo mai smesso di coccolare le nostre api, insetti così incredibili che sono esempio della vitalità straordinaria della natura. Oggi curiamo la produzione di miele biologico biodinamico insieme a Lara e Piero, fidati aiutanti che ci supportano nell’accudimento di 12 arnie, una piccola quantità che ci dà un prodotto sempre nuovo: si tratta infatti di un miele che ogni anno è diverso per colore, sapore, profumo e consistenza, originato da api stanziali che possono godere di 500 ettari incontaminati tra le colline toscane.

Proprio per la scelta di dedicarsi a una piccola produzione, i barattoli che prepariamo sono destinati esclusivamente al nostro bioshop aziendale e alle colazioni degli ospiti del bioagriturismo.

Apicoltura biologica biodinamica: come funziona

Il nostro miele viene prodotto nel rispetto della natura e delle api stesse secondo i dettami dell'agricoltura biologica biodinamica. La conduzione degli alveari secondo tale metodo, infatti, deve attenersi a rigorose regole che ne garantiscano la qualità e salubrità.

Innanzitutto gli apiari sono collocati in un’area dove, per un raggio di almeno 3 chilometri, le coltivazioni sono condotte secondo agricoltura biologica o dove è presente flora spontanea. Tutto, dai nuovi sciami alla cera per i telaini, deve provenire da aziende biologiche certificate.

Le arnie sono realizzate con materiali naturali e con vernici atossiche. Anche all’interno degli alveari possono essere introdotte solo sostanze di origine naturale, come cera e oli essenziali.

Per difendere lo sciame da parassiti non vengono impiegate sostanze chimiche. In caso di affezioni, vengono utilizzati preferibilmente rimedi fitoterapici e omeopatici e anche in fase di smielatura non si ricorre a repellenti chimici sintetici.